sabato 1 novembre 2008

Con l'illuminazione pubblica spenta è tutto un altro modo di vedere


Già lo sapevamo che non occorre guardare per vedere lontano. Ma in queste ore lo stiamo sperimentando.
Abbiamo scoperto, per esempio, che con l'illuminazione pubblica spenta è possibile attraversare il paese, a piedi, in totale assenza di luna, di stelle, casomai accompagnati dalla sola luce dei petardi che sparano sotto i piedi dei passanti, aprendo nuovi improvvisi percorsi e orizzoni. Camminare al buio significa fare anche un viaggio introspettivo, dovendosi affidare al tatto, all'udito, all'olfatto, all'istinto. Attraversare una strada buia, ovvero sentire il rumore dei cassonetti ribaltati, delle bottiglie di vetro rotte, dei vasi di fiori fatti a pezzi, dei fischi, ha tutto il sapore di una sfida. Una sfida alla portata di chiunque abbia voglia di avventurarsi di sera, a Marineo, in pieno centro abitato...