mercoledì 12 novembre 2008

Proposta la cauzione sui vuoti delle bottiglie per evitarne l’abbandono


E’di attuale rilevanza la questione dell’abbandono delle bottiglie nei luoghi pubblici e nelle strade.
Le bottiglie abbandonate sono presenti un po’ ovunque, e, spesso rotte - costituiscono un pericolo non trascurabile per la sicurezza stradale in particolare per i motociclisti. Poiché l’argomento attiene la salute pubblica oltrechè il pubblico decoro delle nostre strade e dell’ambiente circostante, l'Italia dei Valori ha proposto l’introduzione generalizzata della cauzione sui vuoti delle bottiglie. Nella quasi totale assenza di un’adeguata politica di raccolta differenziata nel nostro territorio – seppur sempre più necessaria - questa vecchia prassi limiterebbe drasticamente l’abbandono di contenitori (sia in vetro che in plastica) nell’ambiente, favorendo, al contrario, il loro riutilizzo. In molti paesi europei (Germania, Austria, Olanda, Danimarca, Austria ed altri ancora), cauzioni di 15- 20 centesimi di euro sui vuoti consentono la restituzione di oltre il 90% dei contenitori venduti (una percentuale che nessuna raccolta differenziata riesce a raggiungere); in Italia la cauzione è quasi scomparsa e anche per questo le bottiglie contribuiscono a degradare i nostri ameni paesaggi costituendo un vero e proprio pericolo anche per la sicurezza stradale.
Giovanni D’Agata
Componente del Dipartimento Tematico
Nazionale “Tutela del Consumatore”