venerdì 13 giugno 2008

Una boccata di ossigeno



(nb) Ieri sera il sindaco Ciro Spataro ha tenuto un comizio di commiato con la cittadinanza, nel corso del quale ha contestato – punto per punto – tutte le «asserzioni false che nel corso della campagna elettorale sono state raccontate» dalle due parti politiche avversarie. Poi ha spiegato tutto quello che la sua amministrazione ha fatto per il paese in questi cinque anni, nonché le battaglie per il lavoro e il sostegno dei più bisognosi. «Una delle cause della crisi economica di Marineo – ha detto – è da addebitare ai ritardi dei pagamenti da parte dell’Eas; non è vero che le bollette dell'acqua verranno aumentate. Tante le opere pubbliche realizzate. La Rocca è stata messa in sicurezza. Il castello e diverse strade e piazze di Marineo sono state ristrutturati. Le fognature verranno rifatte a breve, come pure ci sono già fondi per ristrutturare la scuola elementare del paese. Presto inizieranno i lavori per la costruzione di nuovi alloggi popolari già finanziati, mentre altri fondi sono previsti per il depuratore, le cui acque potranno essere usate dai contadini». Ha inoltre parlato anche di giovani, anziani, disabili e associazioni. Poi ha aggiunto che il fiore all’occhiello del «parco eolico porterà una ventata d’aria pulita in paese e ossigeno nelle casse comunali. Finalmente verranno costruiti i loculi al cimitero, quindi una boccata d’ossigeno... anche per i defunti».