mercoledì 14 ottobre 2009

Marineo, il comitato "antitasse" porta la protesta nell'aula consiliare


di Piazza Marineo
MARINEO. Il comitato popolare antitasse ha riunito nell’aula consiliare del municipio circa duecento persone per protestare contro l’aumento del 97,97 per cento della tassa per lo smaltimento dei rifiuti.
«I cittadini – ha detto Antonina Tuzzolino, portavoce del comitato – contestano il raddoppio della Tarsu. Chiediamo, in sostanza, che l’aumento sia limitato al 30%, rispettando una gradualità come previsto dalla legge». Il sindaco Franco Ribaudo ha risposto che «il buco del bilancio lasciato dalla precedente amministrazione non consentirebbe di fare quadrare i conti. Le alternative erano due: raddoppiare la Tarsu, prendendo una decisione impopolare, oppure mandare il comune in dissesto finanziario». Alla fine non è stato trovato un punto d'incontro. Il comitato «andrà avanti con la protesta e con eventuali ricorsi al Tar». L’amministrazione «si impegna ad organizzare un'assemblea cittadina, affinché questa importante decisione per il futuro del paese possa essere presa da tutta la cittadinanza. Se sarà necessario verrà indetto anche un referendum».