domenica 11 ottobre 2009

Presa di possesso di don Leo Pasqua, ventiduesimo parroco di Marineo


di Nuccio Benanti
MARINEO. Folla di fedeli delle grandi occasioni per accogliere l’Arcivescovo di Palermo, mons. Paolo Romeo, e per partecipare alla cerimonia di insediamento del nuovo parroco di Marineo, don Leo Pasqua.
Uno schermo gigante è stato allestito all’esterno della chiesa, per consentire ai fedeli rimasti fuori di seguire la santa messa e il rito della presa di possesso. Fra i presenti in chiesa, le autorità civili e militari, numerosi sacerdoti, gli studenti del seminario di Palermo, i frati francescani e le suore di diversi ordini. Presenti anche le rappresentanze della confraternite e dei gruppi cattolici locali. Nell’omelia, mons. Romeo ha puntato l’attenzione sulla pastorale diocesana e sulla missione «del popolo di Dio, che è chiamato quotidianamente ad annunciare la parola del Vangelo, soprattutto attraverso le azioni». Nino Di Sclafani è intervenuto nella qualità di vicepresidente del consiglio pastorale. Il sindaco Franco Ribaudo ha ringraziato padre La Sala per il servizio svolto nella parrocchia, ed ha poi augurato un proficuo lavoro a don Leo. Il ventiduesimo parroco di Marineo ha chiesto ai fedeli di aiutarlo nella sua missione con la pregiera. A conclusione, l’Arcivescovo ha rivolto un pensiero anche agli assenti: «agli anziani, ai malati, alle famiglie e ai marinesi che hanno lasciato il paese per motivi di lavoro».