venerdì 22 agosto 2008

Lettera aperta di Nino Pepe alla Confraternita di San Ciro di Marineo


Marineo - Da diversi giorni, a Marineo, sembra essere diventato di dominio pubblico che il cosiddetto prof. Pepe si sia permesso di offendere il comitato per i festeggiamenti di San Ciro, il che avrebbe spinto detto comitato a “PUNIRE” la Banda G. Arnone di Marineo non facendola suonare nella prossima festa del nostro Santo Patrono. Intanto a me pare che non ci sia proporzione tra un’eventuale offesa (tutta da dimostrare) e questa reazione che il comitato ha avuto nei confronti della Banda. Io invece, ho buoni motivi per credere che questo sia soltanto un pretesto per chiamare “FINALMENTE” un’altra banda; INFATTI, a me risulta che prima di parlare con i rappresentanti della Banda di Marineo il comitato di S. Ciro aveva contattato almeno un’altra Banda, e precisamente quella di Ciminna; e anche in occasione di feste passate, aveva consultato altre bande. A questo punto la domanda sorge spontanea: se a Marineo c’è la banda locale, che bisogno c’è di contattare un’altra Banda?
(continua nei commenti)