lunedì 21 luglio 2008

Triccheballacche, la Sicilia cambia passo sul fronte gestione rifiuti


In Sicilia si cambia nuovamente sul fronte della gestione dei rifiuti. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione del Decreto del 20 Maggio 2008 ogni provincia avrà il proprio Ato, che così passeranno da 27 a 9 (più 1 per le isole minori). I comuni si dovranno quindi consorziare a livello provinciale riconoscendo ed approvando lo statuto entro il 5 agosto. Le attuali società - tra cui il Coinres, che gestisce il servizio in 22 paesi - saranno liquidate. L'assemblea e i componenti del consiglio di amministrazione dei nuovi enti consorziati sarà composta dai sindaci. Adesso, i comuni dovranno approvare lo statuto dell'Autorità d'ambito provinciale: il consiglio comunale di Marineo lo farà mercoledì 23 luglio, alle ore 18. Da punto di vista economico ogni Autorità d'ambito avrà un proprio patrimonio. Gli enti riceveranno inoltre la titolarità dei contratti con terzi, dei beni, delle attrezzature e degli impianti. Ogni Ato provinciale dovrà infine stabilire le tariffe per il servizio di smaltimento dei rifiuti. Non sono previste nuove assunzioni.