martedì 15 luglio 2008

Consiglio, ancora rinvio in attesa della bulgarizzazione della minoranza


(nb) A Marineo dopo due sedute del consiglio comunale non si riesce ancora a designarne la vicepresidenza. Il gruppo Alternativa Democratica offre la carica istituzionale alla minoranza del consiglio, ma a condizione che vi sia una proposta unanime. Però, sul fronte opposto, il PdL non riesce proprio ad esprimerla un’unica candidatura: cinque consiglieri (Spinella Mancuso, Schimmenti, Mancino, Battaglia e Perrone) indicano Battaglia, mentre D’Amato rivendica per se il diritto a ricoprire questa carica, in quanto primo degli eletti. Così, tra discussioni, sospensioni e polemiche per la seconda volta consecutiva il consiglio ha deciso di non decidere. Tutto è rimandato in attesa che, col previsto abbassamento delle temperature, i quindici politici riescano finalmente ad esprimere un’unica proposta su un unico candidato, che ottenga quindici voti su quindici votanti, voti liberi e democratici alla faccia della migliore tradizione bulgara.