mercoledì 23 luglio 2008

Il lodo Alfano è legge: niente processi per le più alte cariche dello Stato


(reuters) Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha deciso oggi di promulgare la legge sulla sospensione dei processi penali per le più alte cariche dello Stato, di cui potrebbe beneficiare il premier Silvio Berlusconi imputato a Milano per corruzione giudiziaria. Lo ha detto oggi il Quirinale in una nota. Napolitano aveva già autorizzato la presentazione alle Camere del ddl, approvato ieri in via definitiva dal Parlamento, dopo avere accertato che rispondeva ai rilievi della Consulta, la quale dichiarò l'illegittimità costituzionale di una precedente legge sull'immunità del 2003. "Non essendo intervenute, in sede parlamentare, modifiche all'impianto del provvedimento, salvo una integrazione al comma 5 dell'articolo unico diretta a meglio delimitarne l'ambito di applicazione, il presidente della Repubblica ha ritenuto, sulla base del medesimo riferimento alla sentenza della Corte costituzionale, di procedere alla promulgazione della legge", si legge nella nota. L'integrazione cui si riferisce Napolitano è un emendamento al testo, secondo cui lo scudo immunitario per premier, presidente della Repubblica e presidenti di Camera e Senato vale per l'intera durata del mandato, ma non si applica in caso di successiva investitura in altra carica protetta.