martedì 8 luglio 2008

Nuove rivelazioni al G8. «A scuola faceva pagare i compiti ai compagni»


Incidente diplomatico al G8 tra Bush e Berlusconi per colpa di una biografia distribuita dall'Amministrazione di Washington ai giornalisti. Silvio Berlusconi è descritto come «un uomo d'affari con massicce proprietà e grande influenza nei media internazionali» ma che dice anche che «è stato uno dei più controversi leader nella storia di un paese conosciuto per corruzione governativa e vizio». «Berlusconi - si legge - era considerato da molti un dilettante in politica che ha conquistato la sua importante carica solo grazie alla sua notevole influenza sui media nazionali finché non ha perso il posto nel 2006». Il Cavaliere è un uomo politico e un imprenditore «odiato da molti ma rispettato da tutti almeno per la sua bella figura e la pura forza della sua volontà». Inoltre, «Berlusconi ha trasformato il suo senso degli affari e la sua influenza in un impero personale che ha prodotto il governo italiano di più lunga durata assoluta e la sua posizione di persona più ricca del paese». Infine il fatto più grave: «da ragazzo organizzava spettacoli di marionette per cui faceva pagare il biglietto di ingresso e mentre studiava a Milano e faceva soldi vendendo aspirapolvere, cantando sulle navi da crociera e facendo ritratti fotografici e – sempre a pagamento - i compiti degli altri studenti».