mercoledì 2 gennaio 2008

I fantastici quattro: dal mito alla realtà


E’ stata attribuita ad Archimede la mitica frase: “datemi un punto di appoggio e solleverò il mondo”. Più che una provocazione, il suo è un caso concreto di uso di uno strumento simbolico per controllare le leggi ingovernabili della natura. Archimede, col paradosso, è riuscito infatti a superare una debolezza dell’uomo.
Anche l’elettore marinese ha le sue inquietudini da esorcizzare, i suoi dubbi, i vuoti di conoscenza da colmare ricorrendo inevitabilmente al mito. Così, cercando di ricostruire le trame della politica marinese si comincia a chiedere: chi saranno i paladini della prossima campagna elettorale? Chi ne muoverà i fili? E ritorna puntuale l’antico dilemma: chi i pupi e chi i pupari?
Nella foto “i Fantastici 4”: mister Fantastic (l’uomo più furbo del mondo), la Donna invisibile (nessuno la vede ma crea campi di forza), la Torcia umana (può accendersi e volare) e la Cosa (ha una grande forza).
Invia il commento a: nucciobenanti@libero.it