lunedì 26 gennaio 2009

La festa di san Ciro a Garfield (N.J.), ricca d'inverno e povera d'estate


Anche a Garfield, nel New Jersey, la festa san Ciro viene celebrata in due momenti dell’anno: uno invernale e l’altro estivo. Però, rispetto a Marineo, è stata operata una inversione.
La festa di san Ciro più «ricca» è, infatti, quella di gennaio, mentre in agosto si svolge una festa dai toni più sobri, appunto «povera» di spese e copiosa di preghiere.
Agosto. I tre giorni di festa (venerdì, sabato e domenica) includono le recite dei rosari, la celebrazione della messa e la processione del sabato sera, che riunisce molti marinesi che provengono da altre città. La comunità di Garfield custodisce due statue di san Ciro: quella originaria in gesso e l’altra d’argento, ricevuta in eredità dopo lo scioglimento della Società di New York. Le due statue vengono portate in processione, alternativamente, di anno in anno, per non «offendere nessuno dei due santi». Uomini e donne recano i ceri accesi, cantano e pregano. Il percorso è tracciato fra le due cittadine limitrofe di Garfield e Lodi, e attraversa la Harrison Avenue ed il crocevia intitolato Piazza Marineo.
Gennaio. Quest’anno, il dinner-dance della San Ciro Society si terrà sabato 31 gennaio. Mentre il triduo di preparazione si svolgerà martedì 27, mercoledì 28 e giovedì 29. Giovedì, a conclusione del triduo, monsignor Giuseppe Randazzo celebrerà la messa presso la Cappella di San Ciro, al 54 Gaston Avenue di Garfield. Sabato 31 la statua del santo Patrono sarà portata nella chiesa parrocchiale di Nostra Signora di Montevergine. In serata, nel corso della festa che vedrà la partecipazione dei marinesi d'America, è previsto un collegamento audio-video tra Garfield e Marineo. A conclusione, domenica 1 febbraio, alle 9,45, monsignor Randazzo concelebrerà la messa solenne di san Ciro nella chiesa di Our Lady of Mount Virgin.