mercoledì 10 marzo 2010

Sciascia vivo 2


di Francesco Virga
Nei giorni scorsi sono stati ricordati a Palermo gli anni gloriosi del quotidiano pomeridiano L’ORA.
A fare grande quel giornale contribuirono, oltre ad un gruppo affiatato di seri professionisti, grandi scrittori come Leonardo Sciascia che, con la sua lingua tagliente, riusciva a dare voce a chi storicamente non ha mai avuto voce.
Riproponiamo di seguito la copia di un suo pezzo pubblicato il 6 febbraio 1965 (poi raccolto con il titolo Gattopardi e sciacalli nel Quaderno della Nuova Editrice Meridionale, Palermo 1991, pp.37-39) su un tema come l’acqua tornato ad essere di grande attualità. L’articolo sembra scritto ieri, nonostante che siano trascorsi più di quarantacinque anni da quando vide la luce. E’ anche vero che oggi i bidoni di plastica hanno preso il posto delle vecchie quartare. Ma, per il resto, tutto è rimasto come prima, se non peggio. (continua)