venerdì 8 maggio 2009

In consiglio il bilancio 2009 per avviare il risanamento dei conti comunali


di Francesco Lo Pinto
I consiglieri comunali della maggioranza, nella prolungata seduta del consiglio del 6 maggio, hanno approvato il bilancio di previsione 2009 del comune di Marineo.  Si tratta, assieme al piano triennale delle opere pubbliche, dell’atto più importante del  comune  e di competenza esclusiva del consiglio comunale. 
L’approvazione della manovra economica-finanziaria, del valore di otto milioni di euro circa, dota immediatamente il nostro Ente, tra i primi in Sicilia, dello strumento indispensabile per una corretta programmazione delle attività. 
Per far fronte al continuo assottigliamento dei trasferimenti statali e regionali, per poter continuare a mantenere  gli stessi livelli di spesa - indispensabili per la gestione ordinaria del Comune - e per avviare un serio processo di risanamento dei conti comunali,  il consiglio ha dovuto ricorrere alla  rimodulazione in aumento della Tarsu. La soluzione adottata se da un lato potrà creare qualche malcontento nella popolazione, dall’altro lato  permette all’amministrazione di avviare un’azione politica efficace di rilancio dello sviluppo del territorio. 
 Il bilancio del 2009 si pone l’obiettivo di accelerare la realizzazione delle opere pubbliche, avviare la raccolta differenziata dei rifiuti, realizzare lo sportello unico per le attività produttive intercomunale, completare ed attuare il piano traffico,  incrementare gli interventi nel settore sociale, incentivare l’apparato burocratico, contenere i costi di funzionamento della macchina amministrativa, nonché, promuovere le attività produttive locali. Da questo impegno complessivo, che vede in campo la Giunta ed il Consiglio in veri e propri tour de force, viene fuori come vero vincitore il cittadino di Marineo, il quale grazie alle nuove iniziative messe in campo ha maggiori risposte ai suoi bisogni di cittadinanza  ed è coinvolto attivamente nella realizzazione di un Comune moderno ed efficiente.   
* Consigliere di Alternativa Democratica