mercoledì 11 marzo 2009

Volontariato e scuola, un progetto per promuovere la cittadinanza attiva


Venerdì 13 marzo, presso il C.AR.P.E. avrà inizio il progetto "Il volontariato e la scuola: un impegno solidale per promuovere la cittadinanza attiva" promosso dall’associazione Auser di Marineo in collaborazione con il Ce.S.Vo.P. ed in rete con il Comune di Marineo, l’Avis e la cooperativa sociale Target Out Onlus. Tale iniziativa vedrà i bambini delle quinte classi della scuola elementare di Marineo coinvolti in attività ludico-ricreative e manipolativo-espressive sul tema dell’educazione alla cittadinanza attiva ed alla legalità. Lungo l’iter progettuale i bambini, seguiti da formatori ed educatori esperti, avranno modo di apprendere ed esprimersi artisticamente sul tema della tutela e della valorizzazione del patrimonio ambientale. Il percorso progettuale, nel suo ampio ruolo educativo, informativo e formativo, preparerà i bambini a diventare cittadini responsabili cui poter affidare simbolicamente le chiavi del nostro paese. I bambini infatti, nell’obiettivo di divenire custodi della loro terra natia, incontreranno i rappresentanti delle forze pubbliche ed istituzionali locali che, in un clima di aperto confronto, contribuiranno a far maturare in loro una solida coscienza etica e civica improntata al rispetto di se stessi, degli altri e del mondo. Il progetto, nella sua prerogativa educativa, si presenta innovativo in quanto prevede l’impiego di una metodologia formativa definita out door, cioè realizzata fuori dalle porte della scuola. Tale iniziativa, tuttavia, rimane strettamente connessa con i programmi dell’offerta formativa scolastica divenendo così un momento valido di formazione "alternativa". Nella sua fase conclusiva il progetto si articolerà in attività ludiche e ricreative che vedranno i bambini marinesi e francesi impegnati in uno scambio di cultura, valori e saperi, consolidato ormai da anni come elemento distintivo del gemellaggio Marineo–Sainte Sigolene.Tale iniziativa in definitiva rappresenterà un’occasione di crescita per tutti i bambini che intenderanno prendervi parte e pertanto si invitano i genitori di quanti vorranno aderirvi a consentirne la partecipazione.
Fabio Cangialosi.