sabato 15 marzo 2008

Inquinamento e malattie: nella politica l'anello mancante?


Alcune polveri che sono nell'aria, mangiate o inalate, riescono a finire nel sangue, e da qui in qualsiasi organo. Quando sono negli organi, queste polveri che non sono biodegradabili - quindi il nostro organismo non è capace di disfarsene - e non sono nemmeno biocompatibili con la vita - quindi sono patogeniche – fanno venire delle malattie. Si tratta, in generale, di malattie infiammatorie, granulomatosi, oppure malattie come infarto, ictus, perché queste particelle provocano coagulazione del sangue. L’ingestione di queste polveri può anche dare luogo in soggetti predisposti, a tutta una serie di malattie neurologiche, come ad esempio il Parkinson o l’Alzheimer.
Fonte: nanodiagnostics