sabato 3 luglio 2010

Teatro dei Pupi, a Marineo va in scena "La Gerusalemme liberata"


di Onofrio Sanicola
MARINEO. Presento questo lavoro con l’umiltà di chi sa che affrontare certi temi, di solito riservati agli studiosi della materia, è impresa ardua.
Non so quanti hanno letto “La Gerusalemme liberata” del maestro Torquato Tasso. Oserei proporre una scommessa. Questi poemi o li ami o li ignori. Canti in versi vuoi scorrevoli, vuoi impossibili. Ma il tema è appassionante. Qui da noi, dove tutti hanno una decina di medagliette appese e ben esposte nel petto, non si fermano molto a percorrere il tema, liquidandolo vuoi come “crociati occupazionisti e violenti”, vuoi come “infangatori della nostra religione”. Sono partiti con lo scopo di “riprendersi” il Santo Sepolcro e lungo la strada sono successe cose terribili. Noi proponiamo un momento di riflessione, quasi una analisi, di un periodo prima da “Crucesignati” poi da “crociati” e infine “disagiati”. (continua)