martedì 2 giugno 2009

Ora ho la tessera di giornalista, ma la patente di cittadino ce l'avevo già


di Pino Maniaci
Con l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti, si e’ chiusa per me una vicenda dolorosa ma che continuo a ritenere grottesca. 
Finalmente non potra’ piu’ essere utilizzata strumentalmente contro di me l’accusa di svolgere "abusivamente" la professione giornalistica. Ho continuato per mesi a ripetere che l’informazione libera non puo’ sottostare alle regole imposte da una legge, quella che istituisce l’Ordine, per molti versi anacronistica, viste le trasformazioni epocali del mercato dell’informazione. Ringrazio di cuore tutti coloro che mi sono stati vicini, l’Ordine nazionale dei giornalisti, il sindacato, molti, davvero molti colleghi. E soprattutto l’Associazione Articolo21 che ha fatto della mia battaglia di liberta’, la battaglia di tutti coloro che credono nel diritto. Ora ho la mia tessera, che mi mette al riparo dalle imboscate dei tanti non certo soddisfatti del lavoro che svolgiamo giorno dopo giorno a Tele Jato. Ma vorrei ricordare che la patente di cittadino ce l’avevo gia’. Ed e’ con quella soprattutto che intendo continuare a fare informazione e onorare l’articolo 21 della Costituzione.