giovedì 7 giugno 2012

L'infiorata del Corpus Domini: un atto di amore per Marineo


di Francesco Ribaudo*
MARINEO. La festa del Corpus Domini di Marineo attira ogni anno migliaia di visitatori, provenienti da tutta la Sicilia.
Ciò si deve sia alla particolarità delle tradizioni legate all’ottava di lu Signuri, organizzata dalla Confraternita del SS. Sacramento, sia alla Notte dell’infiorata: una maratona di fede e d’arte, dove il profilo mistico della costruzione dei quadri si fonde e si traduce in un esempio di laboriosità che vede impegnati, fianco a fianco, gruppi religiosi, confraternite, associazioni e cittadini che vivono un momento di piena collaborazione. L’infiorata artistica in onore del Corpus Domini giunge così alla XVIII edizione e, come ogni anno, si arricchisce di nuovi quadri di fiori, espressione di grande creatività e fantasia. Merito di tanti splendidi ragazzi e ragazze della confraternita che hanno avuto la capacità, nel tempo, di migliorare l’organizzazione e, soprattutto, la qualità della manifestazione. Ciò anche grazie allo scambio di esperienze con altri realtà siciliane, come i maestri fiorai di Noto, che quest’anno parteciperanno all’iniziativa e ai quali voglio dare il mio saluto e gratitudine. Sento il dovere, ancora una volta, di ringraziare vivamente, a nome mio e di tutta la comunità che rappresento, gli organizzatori e tutti i gruppi che aderiscono a questa grande festa, e che in queste ore sono impegnati a preparare i quadri per l’evento che li vede protagonisti il 9 e il 10 giugno, dimostando, di fatto, un atto di amore per il proprio paese. L’armonia e la condivisione degli scopi è, infatti, la cosa più bella che caratterizza questa manifestazione, che oggi è divenuta forza attrattiva in chiave turistica a livello regionale. In tal senso, bene si coniugano le scelte ecologiste dell’amministrazione comunale, che grazie alla raccolta differenziata “porta a porta”, alle politiche ambientali apprezzate e premiate da Legambiente e alla collaborazione di tutta la cittadinanza, riesce a mantenere un paese pulito, degna cornice dell’infiorata.
* Sindaco di Marineo